domenica 22 settembre 2013

PER UN PUGNO DI MOONCAKES




Giovedì sera, in Paolo Sarpi si festeggiava la Festa di Metà Autunno. Se anche voi non avete la più pallida idea di cosa sia, benvenuti, fate parte del 98% della popolazione italiana che Yangwawa disprezza e guarda attonita, chiedendosi come sia ammissibile cotanta ignoranza.

Comunque, per togliervi dal limbo melmoso della vostra pochezza culturale ed elevarvi al rango di novelli Imperatori di Giada, ho deciso di rivelarvi ciò che anch'io ho scoperto tre notti fa, ovvero che la Festa di Metà Autunno è una delle ricorrenze cinesi più importanti e si basa su una leggenda fighissima, secondo cui la dea che vive sulla luna Chang'e e l'amore della sua vita, l'arciere Houyi, che si è costruito un palazzo sul sole, riescono a ricongiungersi una sola volta all'anno, e precisamente il quindicesimo giorno dell'ottavo mese lunare (per conoscere la leggenda per intero potete andare a leggere qui).

Converrete che, per una storia d'amore così bella, c'è di che festeggiare, pertanto giovedì sera io e Yangwawa, armate di ferrea volontà e parigine, ci siamo fiondate fuori dal lavoro, schivando Kate Moss ospitata da Stuart Weitzman (ma questa è un'altra storia) e ci siamo scapicollate fino in Paolo Sarpi per accaparrarci la nostra dose di Dolci della Luna, ovvero tortine cinesi ripiene di cose assurde, tipo fagioli o semi di loto e tuorli d'uovo salati, che hanno lo stesso sapore e consistenza di una spugna bagnata (questo ovviamente l'ho scoperto dopo, lì per lì mi son fatta prendere la mano e ne ho comprati sette, e dico sette, avete presente cosa vuol dire doversi mangiare sette spugne bagnate ripiene di fagioli? Ecco.).
 

Yangwawa con il suo bottino


 E dopo l'eroica impresa, cosa c'è di meglio per festeggiare se non una cena che Natale ci fa un baffo da Wang jiao, a base di melanzane caramellate, tofu e un manzo così piccante che mi ha fatto passare il raffreddore?

Yangwawa con taro, e altre amenità

 

(P.s. Andateci, da Wang jiao, oltre a mangiare un sacco e bene, la ragazza al bancone è troppo carina, e quando, scoraggiati, starete per abbandonare l'impresa perchè il posto è pieno, lei vi rincorrerà fino in Sarpi per dirvi che vi ha trovato un tavolo!).

Ni hao adesso, LaGianni e i sette vi salutano, devo ancora trovare il modo per cucinare il chilo di gnocchi di riso secchi che ho comprato al supermercato. Stranamente, il fatto che le istruzioni fossero scritte in cinese, l'altra sera non mi sembrava un problema...




6 commenti:

  1. Adoro i mooncakes!!

    RispondiElimina
  2. quando il mio pancino sta meglio mi porti a mangiare le melanzane caramellate!!!:o

    RispondiElimina
  3. non so perchè entra con "pulce e cheesecake"ho troppi account sparsi per il web...basta ke sbaglio password...!!:( Jo

    RispondiElimina
  4. Ora provo a inzuppare sti Mooncakes nel caffè e latte, chissà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci ho provato, la consistenza migliora, ma i fagioli son fagioli!! ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...